Industrio accelera l’alveare digitale

Alla giornata incontriamo Industrio che ha presentato due startup legate al mondo dell'IoT un sistema di monitoraggio per api e una scheda per la prototipazione di robot.

Industrio è un acceleratore di startup, che seleziona e investe in un numero selezionato di idee che supporta fino a portarle sul mercato con un prodotto commerciale.

I team scelti vengono aiutati a strutturare il proprio modello di business, validare un prototipo, preparare il DMF, avviare le necessarie certificazioni, strutturare il fund raising e lanciare il prodotto sul mercato. In occasione di Innovare per Competere, la giornata organizzata da Ansys a KMRosso, abbiamo incontrato Jari Ognibeni, Ceo di Industrio, che ci ha descritto le startup che stanno lanciando in ambito IoT. La più interessante è Melixa, un sistema progettato per monitorare in remoto gli alveari e l’attività delle api utilizzando uno strumento brevettato e un’app che aiuta gli apicoltori a scegliere le strategie da adottare dando informazioni sul comportamento dei piccoli animali.
Il sistema, realizzato con la Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige, conta le api che entrano, è dotato di sensori ambientali e sensori antifurto. L’obiettivo è quello di riuscire ad avere un monitoraggio continuo sullo stato di salute dell’alveare e indirettamente anche dell’ambiente e delle coltivazioni circostanti.

Tra gli altri progetti “incubati” da Industrio c’è anche Novalab, uno spin off del Politecnico di Milano, che lavora su di un set di schede e sullo sviluppo di applicativi per la prototipazione robotica. Una sorta di Arduino, “sotto steroidi”, così lo definisce Ognibene, che permetta di costruire robot od oggetti semoventi in pochi giorni; nel corso del 2016 dovrebbero uscire sul mercato le prime schede per il pubblico. Non mancheremo di testarle.


da archivio

ARTICOLI SIMILI

Allerta meteo e monitoraggio ambientale

Allerta meteo e monitoraggio ambientale

Le tecnologie dedicate allo studio del clima, del tempo meteorologico, del territorio e della prevenzione dei disastri, rappresentano uno dei settori critici di internet di tutte le cose. La possibilità di prevedere e gestire gli eventi acuti locali, che deriva dalla diffusione capillare di...

La pasta che lascia la traccia

La pasta che lascia la traccia

Dalla collaborazione tra Barilla, Cisco, NTT Data e Penelope è nato Safety for Food un progetto che ha permesso di tracciare "dal campo al piatto" un edizione limitata di pasta e sugo al basilico. In pratica tutto il processo produttivo è stato spezzettato in fasi di cui si sono monitorati tutti...

Safety for Food, un passaporto del cibo

Safety for Food, un passaporto del cibo

Il progetto Safety for food che ha coinvolto grandi multinazionali come Cisco e Barilla è nato dall’iniziativa della società di consulenza Penelope. Lo strumento utilizzato è Value Go piattaforma tecnologica flessibile che consente la tracciabilità e rintracciabilità completa dei prodotti...