Wearables


Li indosseremo tutti, parleranno con il nostro telefonino e con il medico che ci prescrive le cure, ci diranno di fare più attività fisica e mangiare di meno, misureranno la glicemia e accenderanno il riscaldamento quando torneremo verso casa. Sono i dispositivi indossabili o “wearables“. Un esercito di piccoli sensori, a partire dalle calze per arrivare ai cappelli, appariranno (all’inizio) e poi spariranno (subito dopo) dentro i nostri vestiti e nelle cose che ci portiamo addosso. Ci aiuteranno nella vita di tutti i giorni e nelle avventure straordinarie. Ne avremo veramente bisogno? Miglioreranno la nostra qualità della vita? Ne parliamo qui.

Tooteko: le opere d’arte parlanti

Tooteko è una startup che aiuta non vedenti e ipovedenti ad apprezzare le opere d’arte. Il sistema si basa sulla riproduzione in miniatura di alcune opere d’arte su cui sono inseriti una serie di sensori NFC. Il ricevitore è un... Leggi tutto