Bellezza italiana, una fondazione per valorizzarla

Italia nel mondo è sinonimo di bellezza, sia essa legata ai paesaggi, al cibo, alla cultura o al tradizionale saper fare italiano. E per valorizzare il Bel Paese, tale per definizione, Maurizio di Robilant sta prumuovendo una fondazione

 

Dalla valorizzazione del principale asset del sistema Italia, la bellezza, nasce la Fondazione Italia patria della bellezza, un progetto, voluto e sostenuto da Maurizio di Robilant che vuole spingere cittadini, imprese e istituzioni a trasformare questo potenziale, sottostimato, ma infinitamente declinato sul territorio, in una vera e propria risorsa strategica su cui costruire occupazione, sviluppo e quindi crescita.

Le opportunità non mancano, in Italia infatti il bello non è un concetto meramente estetico, ma riguarda gli infiniti aspetti della quotidianità: la bellezza è, infatti, cultura, territorio, ma anche ricerca scientifica, innovazione, cura e qualità dei prodotti del Made in Italy, che discendono direttamente dalle botteghe artigiane del rinascimento. Bellezza in Italia è l’enorme patrimonio agroalimentare, la capacità di costruire relazioni empatiche e la creatività progettuale che promana dal manifatturiero alle eccellenze manageriali architettoniche diffuse in tutto il mondo. Tutte queste differenti espressioni, unite, sono alla base di quel mix unico che è lo stile di vita italiano, che, invidiato da tutto il mondo, ma è mai abbastanza apprezzato da chi lo “frequenta” quotidianamente.

ARTICOLI SIMILI

IoT-Health e il futuro della sanità

IoT-Health e il futuro della sanità

«IoT-Health è l’applicazione dell’Internet of Things per migliorare la salute dei cittadini. Gli ambiti applicativi sono numerosissimi, dai robot chirurgo alla telemedicina (ad es. attraverso wearables e implantables), passando per le stampanti 3D che creano tessuti e organi e tutti i...

DealDash: quattro scommesse per il futuro del retail

DealDash: quattro scommesse per il futuro del retail

Il mondo del retail allarga i suoi confini andando al di là dei tradizionali canali di vendita. Mentre prosegue il dibattito tra multicanalità, touch point, differenze e opportunità tra esperienza fisica o virtuale DealDash, che oggi è arrivato a fare più di 2 milioni di transazioni al giorno...

Artificial Intelligence: dobbiamo preoccuparci?

Artificial Intelligence: dobbiamo preoccuparci?

Nella prima divertente parte della presentazione, piuttosto informale, il professor Floridi smonta i miti sull’intelligenza artificiale dimostrandone l’inconsistenza e la sostanziale vacuità. Nella seconda, invece, delinea il suo concetto di nuova società dell’informazione (infosfera)...