La pasta che lascia la traccia

La nuova frontiera della sicurezza alimentare: mappare il viaggio di pasta e sugo dal campo alla tavola del consumatore. Un esperimento durante Expo per favorire la correlazione tra sapere e sapori e promuovere il consumo consapevole. Il mercato è pronto a pagare extra costi per informazioni aggiuntive? Lo racconta Giorgio Beltrami di Barilla.

Dalla collaborazione tra Barilla, Cisco, NTT Data e Penelope è nato Safety for Food un progetto che ha permesso di tracciare “dal campo al piatto” un edizione limitata di pasta e sugo al basilico. In pratica tutto il processo produttivo è stato spezzettato in fasi di cui si sono monitorati tutti gli aspetti più critici: quantità di acqua consumata, quantità di energia, tipologia di processo e forza lavoro impiegata, quantità e qualità di rifiuti o scarti prodotti ecc… Tutte le informazioni recuperate sono state inserite su una piattaforma a cui i consumatori possono accedere attraverso un QR code. Alla base dell’esperimento, che, tra gli altri, ha visto coinvolto il supermercato del futuro Coop a Expo, c’è il principio che il sapere accende i sapori. La sfida raccolta è quella di accompagnare la crescita di consumatori evoluti, di sfidarli ad attribuire un valore aggiunto alle informazioni che ricevono, anche quando si tratta di prodotti di massa come pasta e sugo al pomodoro a basso costo unitario.

Valore aggiunto giustificato da una sorta di carta di identità del prodotto in grado di descriverne nel dettaglio tutte le caratteristiche lungo i processi di produzione, trasformazione, trasporto e vendita.

ARTICOLI SIMILI

Safety for Food, un passaporto del cibo

Safety for Food, un passaporto del cibo

Il progetto Safety for food che ha coinvolto grandi multinazionali come Cisco e Barilla è nato dall’iniziativa della società di consulenza Penelope. Lo strumento utilizzato è Value Go piattaforma tecnologica flessibile che consente la tracciabilità e rintracciabilità completa dei prodotti...

Allerta meteo e monitoraggio ambientale

Allerta meteo e monitoraggio ambientale

Le tecnologie dedicate allo studio del clima, del tempo meteorologico, del territorio e della prevenzione dei disastri, rappresentano uno dei settori critici di internet di tutte le cose. La possibilità di prevedere e gestire gli eventi acuti locali, che deriva dalla diffusione capillare di...

Industrio accelera l’alveare digitale

Industrio accelera l'alveare digitale

Industrio è un acceleratore di startup, che seleziona e investe in un numero selezionato di idee che supporta fino a portarle sul mercato con un prodotto commerciale. I team scelti vengono aiutati a strutturare il proprio modello di business, validare un prototipo, preparare il DMF, avviare...